Foto: giornalettismo.com

Se l’inviato rovista tra i bagagli delle vittime

Un cronista che scava tra carte e documenti per fornire la verità ai suoi lettori è da sempre l’immagine del giornalismo come cane da guardia. Un giornalista che fruga nei bagagli, fra i rottami dell’aereo abbattuto in Ucraina, è una gran brutta figura per il mondo dell’informazione.
È quanto successo a Sky News, emittente britannica di proprietà di Murdoch, costretta a scusarsi con l’opinione pubblica dopo aver mandato in onda il video di un inviato che fruga tra gli oggetti personali delle vittime del disastro aereo.
Il filmato è andato in onda domenica e il giornalista, Colin Brazier – che nelle riprese ammette candidamente «Penso che veramente non dovremmo fare tutto questo» -, è stato oggetto di grandi critiche.
«Questo è un momento terribile per il giornalismo» – avrebbe affermato un collega di Brazier, dai microfoni della radio Bbc.
È vero: è davvero un brutto momento per il mondo dell’informazione. Anche in questo caso.
Ci sono le interferenze sulla scena del crimine, certo; c’è la poca sensibilità morale ed etica di un giornalista e/o della testata per cui lavora. Ma – non lo dico per demagogia – c’è poca sensibilità prima di tutto da parte dell’uomo. Prima ancora che giornalisti si è uomini. Ed è assurdo che un uomo finisca a rovistare tra i bagagli di vittime di una tragedia, violando la privacy di persone morte e delle loro famiglie in diretta tv, pur di cercare qualcosa che faccia notizia. E sarebbe ancora più assurdo se  un’operazione del genere fosse stata commissionata da una testata giornalistica (un gruppo di persone, non una sola), che poi comunque è corsa a scusarsi, assieme al giornalista, con il mondo intero per ogni offesa causata.
Questo modo di fare informazione appartiene al giornalismo cinico e spietato di qualche vecchia forma di letteratura. L’informazione – in un momento delicato come quello che stiamo attraversando – deve ritrovare credibilità, riconquistare i lettori, riaffermarsi in quanto cane da guardia della società e come lotta seria agli abusi di potere; siamo sicuri che questa sia la strada giusta da intraprendere?
Qui è possibile leggere la notizia riportata dal Fatto Quotidiano e vedere l’agghiacciante filmato andato in onda su Sky News.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...